Lombardia, Milano

Condanne alla lotta per la casa

Lunedì 14/10/19 il tribunale di Milano ha condannato a 8 mesi (più il risarcimento della parte civile, e il pagamento delle spese processuali) un compagno del Comitato Autonomo Abitanti Barona, accusato di resistenza a pubblico ufficiale nei confronti di due ispettori Aler.

Gli ispettori in questione appartenevano alla “Task Force” di Aler che si occupa di schedare e intimidire le famiglie degli alloggi occupati abusivamente.

Infatti, anziché preoccuparsi di assegnare gli alloggi sfitti e ristrutturare le case, la priorità di Aler è allontanare famiglie in stato di bisogno e la svendita del patrimonio dopo anni di malagestione.

Il fatto contestato (calci e pugni dicono loro..) sarebbe avvenuto in un cortile quando hanno incontrato un paio di abitanti sulle scale, che preoccupati del loro intervento hanno chiesto informazioni sul lavoro che stavano eseguendo.  Da lì è seguito un brevissimo battibecco, che incalzato dalla non volontà degli abitanti ad aprire la porta agli operatori dell’aler, fa si che questi decidono di lasciare il cortile e denunciare alla polizia i compagni (riconosciuti dalle segnaletiche) costituendosi parte civile nel suddetto processo.

Precisiamo che purtroppo quel giorno calci e pugni agli operatori non sono arrivati (purtroppo) ed hanno fantasticato parecchio nei racconti dei fatti.

Non ci sorprende la condanna arrivata oggi. Del resto abbiamo osservato un PM confuso (che non conosceva nemmeno il numero degli imputati), impreciso e la cui requisitoria è stata un attacco alla lotta per la casa più che al fatto processuale vero e proprio, volto a voler criminalizzare il famigerato comitato autonomo abitanti barona e le sue losche “attività”.
Attendiamo pertanto i 30 giorni per le motivazioni della sentenza su cui pubblicheremo i prossimi aggiornamenti.

La condanna ad otto mesi al nostro compagno ci rattrista, ma non ci fa arretrare di un passo!

Siamo convinti che la nostra lotta è giusta e che se vogliamo sperare in un futuro migliore non ci resta che la solidarietà contro le politiche predatorie e l’indifferenza che oramai dilaga . Nei cortili dove c’è solidarietà, la vittoria è già nostra!

Comitato Autonomo Abitanti Barona

Per tutti coloro che volessero manifestare solidarietà per il pagamento delle spese processuali, qui le coordinate della nostra cassa di resistenza:
http://www.amargi.blog/cassa-di-resistenza/

  1. francesco giordano

    pubblichiamo la documentazione, che è pubblica, compresi i nomi dei fedeli servitori dell’aler.

Lascia una risposta

Tema di Anders Norén